TOP
WEBMAIL

 Un buon inizio anno!

In questa nostra prima newsletter del 2016 desideriamo condividere gli obiettivi di un importante progetto Europeo, a cui partecipa Net Surfing, che coinvolge enti di volontariato a Torino.

 

Riprendiamo poi gli approfondimenti sullo standard ISO 55000. Non solo asset management, anche energia - sicurezza e ambiente sono temi che ci stanno a cuore.

Il progetto Cross e Net Surfing

CROSS (Citizen Reinforcing Open Smart Synergies) è un progetto cofinanziato dall’Unione europea nell’ambito del Programma europeo CIP (programma quadro per la competitività e l’innovazione), nato con lo scopo e l’ambizione di creare un ecosistema innovativo e una nuova mentalità per affrontare le sfide e le difficoltà provenienti dalla crisi economica.

Il mondo del volontariato è un bene per molte realtà. Tuttavia rimane una risorsa implicita, in quanto agisce in un contesto non monetario. CROSS vuole dare valore a queste realtà attraverso la creazione e l’uso di una piattaforma digitale in grado di collegare fra loro le pubbliche amministrazioni, le organizzazioni di volontariato e gli utenti finali.

COME funziona?

La piattaforma digitale di CROSS ha lo scopo di rendicontare le transazioni non monetarie in quattro principali aree d’azione:

  • servizi di assistenza agli anziani
  • inclusione sociale per famiglie in difficoltà e gli immigrati
  • sostegno a gruppi di giovani svantaggiati e promozione culturale
  • assistenza alle persone disabili

Un’idea rivoluzionaria: chiunque può contribuire al benessere della comunità aiutando i più deboli e la parte più vulnerabile della società e vedere il proprio contributo ripagato sotto forma di servizi pubblici forniti dalla pubblica amministrazione.

La fase sperimentale del progetto CROSS coinvolge quattro aree metropolitane dell’UE: Roma, Torino, Manchester e Siviglia.

Questi Aree Pilota hanno come obiettivo quello di incoraggiare lo sviluppo di un mercato non monetario all’interno del proprio contesto e coinvolgendo vari attori portatori di diversi interessi, quali per esempio le pubbliche amministrazioni, i cittadini, le associazioni di volontariato, i fornitori di servizi pubblici e gli sviluppatori di applicazioni digitali.

Ogni attore coinvolto presterà le proprie capacità e la propria esperienza:

  • gli sviluppatori elaboreranno strumenti per facilitare la comunicazione e lo scambio di informazioni digitali sul web o su dispositivi mobili (la proposta di Net Surfing per il comune di Torino valutata attraverso il lancio di apposito Bando di gara è stata accettata).
  • le organizzazioni di volontariato presteranno la propria esperienza di settore, fornendo al progetto dati specifici circa la loro area d’interesse e dando la possibilità agli utenti di collaborare con le proprie iniziative.
  • le pubbliche amministrazioni ripagheranno il lavoro di volontariato degli utenti e delle organizzazioni con dei servizi pubblici per incentivare la creazione di una cultura basata sullo scambio non-monetario.

Per il comune di Torino Net Surfing si è quindi aggiudicata lo sviluppo del portale a supporto del progetto Prisma.

prisma

 

Lo standard ISO 55000 - Organizational Context

Riprendiamo gli approfondimento sull’ISO 55000 e parliamo di 20151110 leadership Organizational Context cioè degli ambienti interni ed esterni, delle leggi e regolamenti di giurisdizione, delle parti interessate e degli obiettivi dell’organizzazione. Tutti questi fattori devono essere presenti nel piano di gestione asset strategico (SAMP).

Sono da identificare tutte le questioni interne ed esterne che influenzano sia il raggiungimento degli obiettivi organizzativi che il sistema di asset management, documentando anche i relativi processi aziendali. Nell’ ISO 55002 sono elencati i diversi aspetti da valutare.

Come si ottiene l’"essere allineato a, e coerente con" gli obiettivi di asset management e quelli richiesti dalla norma ISO 55001?

Suggeriamo di documentare una chiara progressione passando dagli obiettivi organizzativi agli obiettivi di asset management, da obiettivi di asset management a quelli espressi in SAMP.

Una volta identificati tutti gli stakeholder interni ed esterni che influenzano il sistema di asset management e individuati i loro requisiti e cosa hanno bisogno di conoscere è necessario tenerne traccia documentata da prendere in considerazione nello sviluppo della politica di asset management. ISO 55002 fornisce gli elenchi dei soggetti interessati tipici.

Un approccio possibile per affrontare le sottoclausole ISO 55001 è quello di compilare una matrice che mostra tutte le parti interessate con i loro bisogni e aspettative.

Inoltre è necessario impostare i criteri per decidere le priorità e risolvere i conflitti tra le parti interessate.

Bisogna poi garantire la consultazione proattiva e la comunicazione tra le parti interessate. Dunque è necessario sviluppare un piano di comunicazione spiegando come i soggetti interessati sono coinvolti e l’interazione su specifici temi, eventi o circostanze.

Continua nella prossima newsletter

Le nostre newsletter

 

Volete approfondire le tematiche relative a sicurezza - energia - ambiente e i rispettivi standard ISO? Contattateci, possiamo essere d’aiuto direttamente e con i nostri partner.

Luisa Spairani
Amm. Delegato
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Net Surfing
Corso Vercelli, 332/P
10015 Ivrea (TO) - Italy
Mob. +39.348.8068750
Tel. +39.0125.252031
Web www.netsurf.it

 

 

Questo sito utilizza cookies
I cookie vengono utilizzati per migliorare i servizi che offriamo. Continuando la navigazione, l'utente accetta di ricevere tutti i cookie del nostro sito.